Grande attesa per l’incontro con il Mantova

Tifoseria in gran fermento per l’arrivo del Mantova. Squadra questa di mister Cioffi, alla sua prima esperienza al nord, che è partita male, tre gare perse nelle prime tre giornate. Ora sembra essersi ripresa con due vittorie consecutive. La squadra viene schierata con il 3-5-2 che a detta dell’allenatore sembra essere il modulo più consono alle caratteristiche della squadra. Tra le sue fila i mantovani annoverano parecchi giovani 97-98-99-2000 provenienti da alcuni club di serie B, uno dei quali Carrasco classe 98  ex Chievo, in gol contro l’Abano giocatore molto veloce e sgusciante nell’uno contro uno. Poi alcuni veterani tra i quali spicca Speziale, classe 94, punta centrale, proveniente dal Lumezzane. Probabilmente non sarà a disposizione causa infortunio. Lombardo portiere classe 94, le ultime due stagioni con la Aversa Normanna, con 56 presenze. Infine Correa centrocampista con passato recente al Bisceglie. In conclusione un mix ben assortito sul quale i tifosi mantovani contano molto. Il Delta si presenta alla sfida con tutti i suoi effettivi, con il morale alto vista la prestazione con il Tamai. Rientra Fissore e per il mister c’è solo l’imbarazzo della scelta. E’ molto piaciuto Pasi, domenica scorsa, nel ruolo davanti alla difesa, vedremo se Cavallari lo riproporrà. Sul prossimo incontro il mister deltino:”Dobbiamo confermare quanto di buono si è fatto nel precedente incontro. I ragazzi sono consapevoli della sfida che andremo ad affrontare. Cercheremo di imporre il nostro gioco con raziocinio ma con una buona velocità di manovra, per non dare riferimenti all’avversario. Il Mantova si sta riprendendo e certamente lo troveremo in posizioni di classifica che contano col passare delle giornate. Noi non ci nascondiamo, la partita  seppur con le sue difficoltà, la vogliano vincere, in casa gli avversari non devono strapparci punti. Siamo ben preparati anche ad eliminare quelle incertezze in zona gol che ultimamente sono emerse. Fiducia massima, spero che i nostri tifosi ci siano molto vicini, il loro sostegno è indispensabile e  sprona tutti noi a dare il massimo.”

FRANCO LODI