Cjarlins da padrone con il Delta Porto Tolle


DELTA PORTOTOLLE – CJARLINS – MUZANE  0 – 2


Prestazione quella deltina che a definirla incolore è già troppo. Squadra priva  di quel mordente necessario per puntare alla vittoria. Pochi da salvare, uno su tutti Bala che in varie occasioni si è opposto con interventi decisivi. All’inizio è Masiero su servizio di Pasi a provare il tiro, molto sulla traversa. Pericolo per i padroni di casa Dussi su lancio di Busatto si incunea in area, botta a colpo sicuro e Bala si supera. Passano pochi minuti, difesa biancazzurra allegra, passaggio di Smrtnik per Roveretto, ancora solo davanti a Bala e anche questa volta al numero uno locale riesce la deviazione. Avversario molto più motivato e determinato che arriva sempre per primo sulla palla. Delta che deve riordinare le proprie idee, atteggiamento troppo molle che permette agli ospiti di mettersi in bella mostra. Tiro di Gattoni, senza difficoltà Calligaro. Ci avviciniamo alla fine del primo tempo con il Delta incapace di imbastire una azione degna di nota.

Si va al riposo a reti inviolate, tutto merito di Bala che con alcuni interventi importanti è riuscito a mantenere inviolata la sua porta. Bisogna rientrare in campo con un altro atteggiamento, per ora prestazione assolutamente insufficente. Ancora Cjarlins ad inizio ripresa, tiro di Smrtnik para Bala in due tempi. Ospiti che continuano a proporsi in fase avanzata mettendo apprensione al reparto difensivo deltino. 15° un tiro di Gattoni viene deviato e palla che incoccia la traversa. Subito dopo ospiti in vantaggio con una punizione di Busatto. Vantaggio meritato. Delta che procede ad alcuni cambi per cercare di raddrizzare l’incontro ma l’andamento è sempre lo stesso, anzi sono gli ospiti che creano alcune buone occasioni. Siamo agli sgoccioli, altra punizione dal limite, batte ancora Busatto che infila Bala per la seconda volta.Ospiti che intascano i tre punti e lasciano i deltini a meditare su questa partita giocata in modo assolutamente inguardabile e senza il necessario spirito di reazione.

Delta Portotolle: Bala, Cavallini (29° st Alessandro), Presello, Gattoni, Pasi, Mboup, Selimi, Gherardi (30°st Taviani), Masiero (40° st Contri), Fissore, Vuthaj.

Allenatore Tessarin.

 

Cjarlins Muzane: Calligaro, Zuliani, Zossi, Spetic, Busatto, Duhic, Leonarduzzi, Dussi (31° st Cudini), Smrtnik (40° st Frezza), Migliorini (41° st Piscopo), Roveretto:

Allenatore Lugnan.Marcatori.

16° e 42° Busatto (C). Ammoniti Fissore e Gattoni (Delta), Leonarduzzi (C). Angoli 6 a 7. Arbitro Sig. Tesi Leonardo da Lucca.

Lodi Franco


 

Spogliatoi

Lugnan. Allenatore – Cjarlins:

Contento di come si è espressa la squadra. Sino ad ora pur disputando ottime partite la fortuna non ci è stata troppo amica. Ho una squadra che non snatura il proprio gioco sia in casa che in traferta. Ci proponiamo bene mettendo sempre pressione all’avversario, la vittoria contro il Delta ci gratifica, forse i padroni di casa non si aspettavano un avversario così in palla e soprattutto combattivo  anche su palloni innocui.Questo è lo spirito giusto e direi che questa partita, considerando il valore dell’avversario, segna per noi una svolta positiva.

Luka Spetic:

Ritornare sul campo dove ho avuto parecchie soddisfazioni mi ha creato grande emozione e grandi ricordi. Ho salutato molto volentieri la famiglia Visentini, che mi ha fatto giocare in un Delta vincente. La partita l’avete vista tutti, l’abbiamo studiata molto bene, rocciosi in difesa e all’occorrenza anche gli attaccanti ritornavano  per darci una mano. Molto reattivi su ogni palla e ciò ha in parte messo in difficoltà l’avversario.

Tessarin –Allenatore Delta:

Prestazione deficitaria, la nostra squadra deve essere da combattimento. Oggi abbiamo affrontato la gara in modo molto presuntuoso, avversari  sempre primi sulla palla e se lo spirito è questo non è una buona prospettiva per il futuro. Io sono disposto a fare un passo indietro, anche se non credo che simili prestazioni possano dipendere dalla guida tecnica. Con l’attuale atteggiamento  la squadra certo non aiuta il pubblico a sostenerla. Comunque nessun alibi, l’avversario ha meritato il risultato e noi dobbiamo chiarirci per trovare i giusti rimedi, l’impegno di tutti deve essere non al cento per cento ma di più. Poi sarà la Società, se è possibile, ricorre al mercato invernale per dare alla squadra quel di più che attualmente manca in ruoli chiave.

Fonte foto: Rovigooggi.it