Delta con l’Ambrosiana per il riscatto

Delta che va in terra veronese non proprio con il morale alle stelle. Le ultime due prove  ma soprattutto quella con il Cjarlins, ha scalfito alcune certezze. La classifica parla chiaro, deltini che si trovano più vicini alla zona play-out che a quella che conta. Otto i punti di svantaggio dal Mantova ma solo quattro quelli in più sulla zona pericolosa. Durante la settimana da parte di tutti  i giocatori vi è stato un profondo esame di coscienza, sicuramente perdere ci sta ma è stato il modo in cui è maturata la sconfitta che non è stato gradito né alla dirigenza né ai tifosi. La situazione non è delle più rosee ma siamo sicuri che la squadra saprà reagire e superare questo periodo negativo.

L’avversario Ambrosiana è in un ottimo momento sette punti in tre partite, pari con il Legnago e vittorie con Il Belluno e Liventina, tanto da farle abbandonare l’ultimo posto in classifica e portarsi a quota quindici, non lontano dallo stesso Delta. Difesa che, dai dati, sembra abbastanza perforabile sono ben 29 i gol subiti. Tra i suoi giocatori spiccano Pereira Arvajo (1985) autore di cinque gol, seguito da Ferrari V. con 4 reti all’attivo. Compagine quindi da affrontare con grande decisione, ci sarà da lottare ed il Delta deve rispondere “presente”. Tutti comunque si aspettano dal Delta una prova di carattere  per riscattare le recenti delusioni. Mister Tessarin non fa proclami ma ha visto in settimana i ragazzi molto determinati e decisi per uscire sin da subito  dalla situazione negativa in cui si trovano. Nel frattempo la società ha ricevuto il sì da Arvia, centrocampista ex Adriese che potrebbe, all’occorrenza, debuttare già nella partita con L’Ambrosiana. E’ il primo tassello del mercato invernale della società che certamente avrà ancora seguito, come assicurato dalla D.S. Lorenza Visentini.  

FRANCO LODI