Il Delta si arrende al Tamai


DELTA PORTOTOLLE –  TAMAI      0 – 2


Ci si aspettava un avversario tosto ma così determinato è stata una vera e propria sorpresa, Si inizia ed  è subito percolo per il Delta, Sellan al tiro e Bala alla respinta. 4° Alcantara guadagna metri in fascia e giunto sul fondo, cross in area,  dove Gilio, eludendo Fissore, incorna e la mette dentro. Deltini che stentano  ed il Tamai ne approfitta, mezza rovesciata di Sellan, ancora su servizio di Alcantara e palla di poco sopra la traversa.Al 10° il numero sette del Tamai, Alcantara è immarcabile, taglia  in due la difesa biancazzurra e porge a Maccan, gran diagonale del bomber ed è il doppio vantaggio. Ci prova Capogrosso ad alleggerire la pressione con un tiro da lunga distanza, nessun pericolo per Zonta. Anche Vuthaj ci prova  ma Zonta è pronto all’intervento. Sul finire del tempo contropiede dei friulani, Sellan spara e Bala è pronto alla deviazione. Termina il primo tempo, Delta non pervenuto, qualche iniziativa  mai pericolosa per l’avversario. Tutti sperano di vedere, nella ripresa un Delta più determinato e con la voglia di recuperare il risultato. Si riprende e Mister Tessarin procede alle prime sostituzioni, fuori Roveretto entra Pasi e Alessandro rileva Vuthaj. In successione Menini lascia per Selimi, fuori Dalla Vedova per Presello. Nonostante i cambi Delta abulico, mai un tiro verso la porta avversaria. Il possesso di palla deltino non porta a nulla e la difesa friulana ha vita facile. L’uno-due ha tagliato le gambe al Delta, ma con il tempo a disposizione vi era la possibilità di rimediare. Nulla di tutto questo, prestazione collettiva insufficiente. Nell’ultimo minuto di recupero Pasi batte un angolo testa di Gherardi, subentrato ad Arvia e traversa piena, unico tiro verso la porta avversaria in tutto il secondo tempo. La sconfitta ci sta tutta ma certe prestazioni non possono essere ammesse, occorre un profondo esame di coscienza da parte di tutti, un Delta così arrendevole era tempo che non si vedeva.

DELTA PORTO TOLLE: Bala, Capogrosso, Tarantino, Roveretto, (1° st Pasi), Gattoni, Karapici, Dalla Vedova (7° st Presello), Arvia (30° st Gherardi), Fissore, Menini (14°st Selimi), Vuthaj (1° st Alessandro). Allenatore Tessarin.

TAMAI: Zonta, Russian, Debiasi, Faloppa (48°st Colombera), Cudicio, Pignat (43° st Furlan), Alcantara (7° st Bezzo), Poletto, Maccan, Giglio( 45° st Nadal), Sellan( 34° st De Anna). Allenatore Bisioli.

Marcatori:4° pt Giglio e 10° pt Maccan.Angoli 3-1.

Ammoniti Pignat (T), Karapici, Vuthaj, Fissore e Gattoni (D).

Arbitro sig. Catani Fabio di Fermo.

 


SPOGLIATOI

Mister Bisioli (Tamai)

Sono molto soddisfatto, sapevamo che il Delta era in un buon momento e ci siamo preparati al meglio per affrontarlo. Certo che trovarsi dopo dieci minuti sul doppio vantaggio ci ha permesso di guidare la partita. Il risultato ci sta tutto, Zonta non ha mai corso pericoli. Punti importanti vista la classifica piuttosto corta. Alcantara sta giocando molto bene, l’ho tolto perché in riserva di energie, è un generoso perché  è bravo anche a ripiegare. Il nostro obbiettivo è quello di mantenere la categoria e credo che la squadra sia in grado di rimanere fuori dalla zona calda.

 

Mister Tessarin (Delta)

L’inizio è stato pessimo, il 2 a 0 ci ha tagliato le gambe. Una partita negativa sotto tutti gli aspetti, non siamo mai riusciti ad impegnare il loro portiere, non mi rendo conto di questa prestazione, mai avrei immaginato un passo falso così evidente. Mi prendo ogni responsabilità anche per le scelte fatte. Resta comunque il fatto che dobbiamo analizzare bene cosa è accaduto e rimboccarci le maniche  pensando che si tratti di un incidente di percorso. Il rammarico è che non sappiamo sfruttare al meglio le partite casalinghe, il Cavallari non deve essere terreno di conquista per gli avversari.


FRANCO LODI