Il Delta sconfitto dalla Clodiense abbandona la Coppa Italia

Preliminare di Coppa Italia 2018/19

CLODIENSE – DELTAPORTOTOLLE  1- 0

Con questa sconfitta il Delta abbandona la competizione. Delta che si presenta in campo con diverse assenze mentre l’avversario sembra avere a disposizione tutti i propri effettivi. Nella prima frazione di gioco e’ il Delta, ma di pericoli alla porta difesa da Camerlengo non ne portano. Un colpo di testa di Mappello sfiora il palo, risponde Pandiani la cui conclusione è facilmente parata da Camerlengo. Ancora Delta con Boron, dopo uno scambio con Sarr, tiro e palla che sfiora il palo. Insistono i deltini, Meucci al tiro, palla di poco sopra la traversa. Sul finire del tempo Koliatko al rinvio di testa colpisce male, palla a Bullo che al volo porta in vantaggio i suoi. Proprio nel suo momento più favorevole il Delta si trova a rincorrere. Tanto possesso palla ma poche le conclusioni, sembra mancare una prima punta per completare l’organico. Ripresa con la Clodiense un po’ più determinata ma è Nobile con un pallonetto che cerca di sorprendere Camerlengo. Mister Zattarin cerca, con alcuni cambi di cambiare i ritmi ma di azioni pericolose non se ne vedono. Clodiense attenta nella conduzione dell’incontro, non soffre più di tanto e riesce a portare in porto una vittoria che le consente di proseguire l’avventura in coppa, Adriese il prossimo avversario.   

 

CLODIENSE: Camerlengo, Bagarolo, Ballarin, Cuomo, Scandilori, Bullo (43° stNovelli), Arvia, Nappello (20°st Martino), Abrefah (31° st Djuric), Barone, Pelizzer: Allenatore Mattiazzi.

DELTAPORTOTOLLE: Adorni, Gurini, Tarantino, Koliatko (25° st Cia), Sarr, Radoi, Sane (18st Turea), Meucci (18° st Malagò), Boron (42° st Boccafoglia), Pandiani, Nobile: Allenatore Zattarin.

Marcatori: 44° pt Bullo (C)

Arbitro sig. Stefano Campagnolo di Bassano del Grappa.


Spogliatoi

Mister Zattarin:

Non sono del tutto soddisfatto, va detto che avevamo diversi infortunati ma in campo voglio più carattere e determinazione. Nella prima frazione di gioco siamo stati costantemente  presenti nella loro metà campo ed andare al riposo  sotto  non mi ha fatto certamente piacere. In questa frazione di gioco abbiamo speso molto ma capitalizzato poco, non mi ricordo a prova di ciò  una parata di Adorni, segno  che il pallino era in mano nostra. Ora un periodo abbastanza lungo prima di iniziare il campionato che senz’altro ci servirà a recuperare i ns. infortunati, sicuramente saremo pronti ad iniziare nel migliore dei modi.