Il Delta mette apprensione al Venezia

DELTAPORTOTOLLE – VENEZIA F.C.

Questo incontro con il Venezia  evoca un gran ricordo. 01/04/2012 Il Delta si presenta al “Penzo” come secondo in classifica a soli due punti dai lagunari. Esodo in massa da Portotolle circa 700- 800 tra tifosi e simpatizzanti. La partita terminò 1 a 1, bassopolesani ai play off ma non riuscirono a centrare la promozione. Destini diversi ora con il Venezia  meritatamente nella serie cadetta e con il Delta a tentare la risalita in Lega PRO. Si parte e l’avvio è di netta marca neroverde, il Delta sulla difensiva ma lo fa con ordine e  con la giusta cattiveria. Il gran possesso di palla porta i lagunari il doppio vantaggio, al 11°Geijo gran botta dal limite e risultato sbloccato. Raddoppia il Venezia con Pinato al 13° con un missile da fuori area, per Adorni nulla da fare. Delta che cerca di reagire ma la difesa lagunare non fa trovare i varchi giusti. Termina il Primo tempo con gli meritatamente  in vantaggio, Venezia che si dimostra più in palla e con ottime individualità. La ripresa comincia con un paio di grosse occasioni per i veneziani prima Zigoni con un tiro ravvicinato fa compiere a Pigozzo un gran intervento, successivamente è sempre Zigoni a tentare il gol ma ancora una volta Pigozzo glielo nega. Da questo momento il Delta sale e mette in difficoltà l’avversario, al 20°Gherardi colpisce di testa e Modolo mette in angolo, palla in area e Gritti di testa firma il  1 a 2. Delta che ci crede, un rinvio errato della difesa neroverde favorisce Gherardi, la cui conclusione si stampa sulla traversa. Il finale è tutto biancazzurro sebbene Delta ridotto in dieci per l’espulsione di Gritti ma il risultato non cambia. Delta che nella seconda frazione di gioco ha messo il Venezia in difficoltà e questo è un segno che la preparazione sta proseguendo nel migliore dei modi. Ora occhi sulla prima del campionato con il Tamai, avversario da tempo ostico.

DELTAPORTTOLLE: Adorni (1°st Pigozzo), Boccafoglia, Gritti, Tarantino (1°st Koliatko), Sarr (1°st Oberrauch), Radoi (1°st Turea), Sane (1°st Kasse), Meucci (1° st Malagò), Boron (39°st Trombini), Pandiani (1°st Gherardi), Nobile (36°st Anarfj). Allenatore Zattarin.

VENEZIA: Vicario (1°st Facchin), Coppolaro, Modolo, Cernuto, Mogiorelli, Pinato, Suclu (24° st Imbrea), Geijo (24°st Citro), Segre, Marsura (16° st Clair), Zigoni (16° st Litteri). Allenatore Vecchi.

Reti: 11° pt Geijo, 13° pt Pinato, 20° st Gritti.

Arbitro sig Boscolo di Adria.


SPOGLIATOI:

Mister Vecchi (VE):

Abbiamo fatto circa sessanta minuti veramente bene, tenendo il campo  e proponendo ottime trame. La sosta ci impegna a continuare in modo appropriato la preparazione. Abbiamo giocatori tipo Modolo che  non hanno ancora debuttato in campionato, devo dare a tutti il giusto minutaggio nelle gambe. Comunque direi che sono soddisfatto. Ho visto un Delta molto bravo, squadra che oltre alla fisicità ha buone individualità, nella seconda frazione di gioco ci ha messo in difficoltà. Sono certo che sarà una delle protagoniste del proprio campionato

 

Mister Zattarin (D):

Direi che abbiamo disputato una ottima gara contro un avversario di gran portata. Mi è piaciuta la reazione della ripresa segno che la squadra non vuole cedere al cospetto di nessuno. Ho visto chiari segni di miglioramento, potevamo andare in difficoltà dopo il due a zero ma ci siamo ricompattati  ed  il Venezia ci ha in parte subito e proprio nel nostro migliore momento  ci siamo trovati in diedi per l’espulsione di Gritti. Prova che fa ben sperare per l’inizio del campionato. Una parola sulla prova di Kasse, il ragazzo è appena arrivato ma ha dimostrato che ha buone qualità, un giovane che verrà senz’alto utile.


FRANCO  LODI