Continua la marcia Deltina, Cartigliano sconfitto

DELTA PORTO TOLLE – CARTIGLIANO 1 – 0

La partita con il Cartigliano era cominciata nel migliore dei modi, Delta bello da vedere con azioni ad ampio raggio, diverse occasioni da gol non concretizzate, infine dal 12° in superiorità numerica per l’espulsione di Stocco, vi erano tutte le premesse  per una vittoria senza tanta sofferenza. Così non è stato. Passiamo alla cronaca, si presenta subito Nobile (sarà il migliore in campo dei suoi), porta a spasso un paio di avversari, si appresta al tiro ma è stoppato da Parise. Insiste il Delta da Traini a Sottovia ma il tiro è debole. Cross di Gurini, grande elevazione di Traini e palla che sfiora la traversa. 12° Nobile in contropiede fermato con un fallaccio da Stocco che rimedia l’espulsione. Gran tiro di Sottovia e palla che si alza di poco sopra la traversa. Nobile su invito di Saar impegna Pellandra alla parata, senza dubbio la miglior partenza del Delta di tutto il campionato. Si fanno vedere gli ospiti  con un tiro di Mattioli che non inquadra la porta.Un tiro di Traini fa la barba al palo. 28° Meucci si divora il vantaggio a tu per tu con Pellanda mette incredibilmente fuori. Ancora Nobile sugli scudi sul suo tiro costringe Pellanda a superarsi. 39° occasione per gli ospiti su sbagliato appoggi di Sirigu, sulla palla si getta Di Gennaro, gran galoppata e appena entrato in area cerca l’angolino mancando la porta, pericolo scampato per il Delta. Si arriva alla fine del primo tempo con il Delta che non riesce a sboccare  il risultato nonostante le tante occasioni avute.Si riprende ed al 2° il Delta passa, Nobile viene agganciato in piena area da Lorenzin, rigore netto che Traini Realizza (per il giocatore è la centesima rete in carriera). Pellanda è ben attento su un tiro di Traini. Il Cartigliano non cede anzi da questo momento sembra voler prendere l’iniziativa. Punizione per gli ospiti intercetta Sirigu che mette in angolo. Altra punizione batte Mattioli, mette fuori Traini in ripiegamento. Di Gennaro al tiro nessun problema per Pigozzo. 34° Pericolo per il Delta su colpo di testa di Cecconello palla di poco a lato. Spingono gli ospiti ed il Delta si rinserra per poi cercare la ripartenza in contropiede. Si arriva al fischio finale con i biancazzurri finalmente vincenti sul proprio terreno. Ospiti da elogiare, non hanno mai smesso di credere in un possibile aggancio.

DELTA PORTO TOLLE”Pigozzo, Gurini, Koliatko (10° st Boccafoglia), Meucci, Tarantino, Sirigu, Sarr, Malagò, Traini (41°st Turea), Sottovia (34° st Gherardi), Nobile (23° st Pandiani). Allenatore Zattarin.

CARTIGLIANO: Pellanda, Parise, Lorenzin, Bragagnolo, Murtataj, Pellizzer, Michelon (24° st Marchese), Stocco, Di Gennaro, Mattioli, Visinoni (18° st Mazzon ed al 32° st Cecconello). Allenatore Ferronato.

Reti: Traini (rigore) al 2° st.

Angoli 3-4. Ammoniti Koliatko, Boccafoglia e Nobile (D). Mattioli e Mazzon per il Cartigliano. Espulso Al 12° pt Stocco (C).

ARBITRO  Sig. Beruzzi Valerio di Piacenza

FRANCO LODI


SPOGLIATOI:

Pellizzer, centrocampista Cartigliano (il mister non ha voluto partecipare) Poca attenzione sull’episodio del rigore. Pecchiamo di esperienza, abbiamo concesso quasi tutto il primo tempo all’avversario correndo diversi pericoli ma nonostante questo non abbiamo perso la pesta e soprattutto nella ripresa  ci siamo ricompattati ed abbiamo messo alcune volte in difficoltà l’avversario e quasi quasi ce la facevamo a pareggiare. Peccato l’approccio alla partita, si poteva fare meglio.

Nobile (il migliore del Delta)

La mia sostituzione è stata fatta dal mister per paura che rimediassi la seconda ammonizione, certo sul momento non l’ho presa bene poi a mente serena ho accettato di buon grado. Siamo partiti molto bene e potevamo andare in vantaggio già nella prima frazione, forse la troppa sicurezza nelle conclusioni ci ha fatto sbagliare più del dovuto. Bisogna essere più cinici e chiudere la partita quando vi sono tante opportunità. Resta di buono la vittoria che direi più che meritata. La squadra c’è si continua il cammino positivo.

Mister Zattarin

Sono contento solo per la vittoria. Nel primo tempo si sono sprecate moltissime occasioni da rete poi quello che mi fa arrabbiare è che pur essendo in superiorità numerica non siamo stati capaci di sfruttare al meglio tale situazione. La partenza è stata ottima poi con il procedere della partita ci siamo in po’ persi. Ho cambiato Koliatko e Nobile perché temevo per loro una eventuale squalifica con un’altra ammonizione, poi avevo giocatori in panchina che possono dare una grossa mano. In casa facciamo fatica, comunque è andata. Dobbiamo mettere più cattiveria in fase di realizzazione, quando c’è da chiuderla bisogna esserci. Forse i giocatori pensavano che tutto sarebbe stato facile dopo l’espulsione del numero otto avversario ma così non è stato. Serva da lezione.