Pronto riscatto nel Delta con il Trento

TRENTO – DELTA PORTO TOLLE 0 – 2

Pronto riscatto deltino, la vittoria con il Trento conferma che la sconfitta con il Cjarlins è stata un puro incidente di percorso. Trento reduce dal pari esterno con l’Este le ha provate tutte, specialmente nella prima frazione di gioco ma ha dovuto fare i conti con un Delta molto grintoso e capace di fermare l’azione avversaria. Il mister trentino deve fare a meno di capitan Furlan, Baronio e Ferraglia infortunati. Si inizia con una punizione di Radoi respinta dalla barriera. Al 18° Bertaso dalla bandierina trova Panariello che inzucca con forza, Pigozzo vola e mette in angolo. Insistono i padroni di casa ed al 26° è ancora Panariello che di testa fa passare la palla vicinissima al palo. Trento propositivo e Delta molto attento a non commettere errori. Tanto gioco a centrocampo e così si arriva al riposo in perfetta parità. Si riprende ed il Trento ha la palla gol con il solito Panariello, sfera che la difesa deltina respinge prima che entri in porta. Solita girandola di sostituzioni che favorisce senz’altro il Delta. Dopo un tiro di Nobile che da buona posizione spara sopra la traversa, arriva il gol del vantaggio deltino, 77° cross di Gurini, gran capocciata di Traini ed è gol. Passano un paio di minuti ed ecco che il Delta chiude definitivamente l’incontro, Traini lascia sul posto il proprio controllore, palla calibrata a centro area dove Sottovia da pochi passi insacca. E’ il gol che spegne le speranze trentine, Trento che ha avuto una maggior supremazia nella prima frazione ma che non ha saputo concretizzare, mentre il Delta caparbio fino alla fine è riuscito a finalizzare. Vittoria che è un buon viatico in vista del prossimo incontro con il Bolzano, diretta contendente alla zona play-off.

TRENTO: Barosi, Romagna, Panariello, Sabato, Badjan, Frulla (35°st Spiro), Zucchini, Bertaso (10° st Trevisan), Petrilli (16° st Paoli), Cristofoli, Roveretto (46°st Silami). Allenatore Bodo. 

DELTA PORTO TOLLE: Pigozzo, Gurini, Tarantino, Sirigu, Boccafoglia, Meucci (43° st Pandiani) Malagò, Radoi (10° st Sottovia), Nobile (29° st Boron), Sarr (1° st Anarfy), Gherardi (16° st Traini). Allenatore Zattarin.

Reti: 32° st Traini, 34°st Sottovia.

Angoli 6 – 5.

Arbitro Sig. Sfira di Pordenone.

LODI FRANCO


Spogliatoi

Mister Zattarin:

Partita giocata con molta intelligenza dai miei. Sapevamo che il Trento sarebbe partito a spron battuto e noi siamo stati bravi, nel primo tempo a lasciarlo sfogare per poi affondare nella ripresa con Traini e Sottovia, quando le loro forze erano in riserva. Un plauso a tutti per una partita condotta senza particolari errori. Era fondamentale ripartire dopo l’intoppo con il Cjarlins. Ora concentriamoci sulla prossima partita dove incontreremoun Bolzano che vive un ottimo momento. Si gioca su un campo sintetico, familiare all’avversario, noi dovremo abituarcisi sin da subito. Incontro difficile ma alla nostra portata.