Presentazione Este

Seconda partita consecutiva tra le mura di casa, l’Este l’avversario. Padovani che dopo una ottima partenza, sempre in zona play off, hanno subito una serie di inciampi che li hanno relegati a mezza classifica. 32 i loro punti frutto di sette vittorie e undici pareggi, 37 i gol fatti, 40 quelli subiti. In trasferta su tredici incontri hanno riportato solo 3 vittorie. Tra i suoi giocatori più in vista annovera il portiere Lorello (1987) tanta C2 e poi serie D, gli ultimi cinque anni con l’Este per un totale di 344 presenze. Debeljuh (1996) attaccante ex Mantova. Massimiliano Giusti (1995) ex Vicenza autore di 11 gol in stagione. L’ambiente padovano ha visto la riconferma di (sembrava in odore di sostituzione) Mister Zanini anche dopo la sconfitta con il Bolzano. A parere della tifoseria il problema dei recenti mancati successi non sta nell’ allenatore ma in una rosa molto indebolita dal mercato invernale.

Mister Zanini è consapevole della difficoltà dell’incontro:

Noi attualmente stiamo faticando più del previsto per ottenere un risultato positivo. Sono convinto che usciremo presto da questo momento negativo. Anche all’avversario in questo ultimo scorcio di campionato non gira troppo bene ma ha giocatori in grado di spaccare la partita in qualsiasi momento. Dobbiamo essere molto attenti e a prendere sin da subito il comando delle operazioni, solo così possiamo sperare in un risultato utile.

Delta che arriva da tre sconfitte su quattro incontri, frenando il gran cammino iniziato proprio dopo la partita di andata con l’Este. Nulla è compromesso, la flessione, dopo una serie di ottimi risultati, ci può anche stare. Ora occorre riprendersi e quale migliore occasione per ritornare alla vittoria proprio con l’Este che all’andata mise sotto di brutto i biancazzurri. Gli allenamenti infrasettimanali sono stati intensi e da quello che si è potuto constatare vi è un gran desiderio e volontà di riscatto, una vittoria con i padovani porterebbe serenità a tutto l’ambiente deltino.

Arbitro dell’incontro Silvia Gasperotti di Rovereto. Assistenti Tommaso Menolli di Rovereto e Alessandro Scifo di Trento.

FRANCO LODI