DUE RIGORI CONDANNANO IL DELTA NELLA GARA CON IL FELTRE

DELTA PORTO TOLLE – FELTRE 0 – 2

Il Feltre con un rigore per tempo ha la meglio su un Delta che non ha ripetuto la bella gara precedente. Si comincia con un tiro di Pandiani molto velleitario, la soluzione migliore era un passaggio a nobile che si era smarcato in area feltrina. Meucci su respinta della difesa si impossessa della palla e tira, sfera che passa lontano dalla porta difesa da Corasaniti. Partita molto aperta senza particolare tatticismo. Al 27° la gara si sblocca, intervento scomposto di Tarantino su Calì in piena area, è rigore che Madiotto trasforma. Su capovolgimento di fronte Nobile viene fermato fallosamente in area feltrina, il rigore ci potrebbe stare ma non per l’arbitro che fa proseguire. 33° punizione di Pandiani e palla sopra la traversa. 38° cross di Turea testa di Sarr e palla a fil di palo. Preme il Delta alla ricerca del pari ma c’è molta imprecisione in fase d’attacco. Termina la prima frazione che vede il Delta sotto di un gol, il risultato più giusto sarebbe stato il pari. Ora vi è tutta la ripresa a disposizione dei polesani per cercare di riagguantare l’avversario. Si riprende e subito il Feltre coglie una traversa con Franchini, pericolo scampato per i padroni di casa Angolo, batte Malagò, palla a Sarr il cui tiro non inquadra la porta. Punizione per gli ospiti, batte Franchini palla a Madiotto che tira, intercetta Adorni che successivamente incoccia il giocatore, per l’arbitro è rigore, rigore praticamente inventato, batte Calì respinge Adorni ma è ancora Cal’ il più lesto di tutti a ribadire in rete. Siamo al 12° e per il Delta si fa dura. Esce Madiotto infortunatosi nell’occasione del calcio di rigore. Cambi a ripetizione nelle fila deltine, Mister Zattarin rimescola le carte per cercare di invertire larotta. 20° gran tiro di Radoi e Corasaniti si supera deviando. L’arbitro continua a sbagliare valutazioni, due falli a favore dei locali vengono assegnati agli ospiti. 29°su angolo di Radoi Traini incorna e palla che supera di poco la traversa con il numero uno feltrino ormai battuto. Ancora una decisione cervellotica del direttore di gara, ammonisce Traini per un contrasto normale di gioco, è la seconda ammonizione e biancazzurri che rimangono in dieci. La rimonta non riesce al Delta e dopo un lungo lungo recupero si chiude l’incontro. Partita che il Delta ha disputato molto sottotono, come sottotono e decisivi in senso negativo è stato l’arbitraggio. Sia per lui che per il Delta non era giornata. Peccato perché dopo la prestazione di domenica scorsa le attese erano grandi. Ora gran lavoro settimanale per essere pronti al prossimo incontro dal sapore tutto particolare IL DERBYSSIMO con L’Adriese.

DELTA PORTO TOLLE: Adorni, Gurini, Boccafoglia, Meucci, Tarantino (12° stBoron), Sirigu, Turea, (12° st Radoi), Malagò (12° st Traini), Pandiani (31° st Gherardi), Nobile (21° st Sottovia), Sarr. Allenatore Zattarin.

FELTRE: Corasaniti, Gjoshi, Salvadori, Celestri, Trevisan, Tobanelli, Pasi (23° st Episcopo), Arvia, Calì (40°st Giacomazzi), Madiotto (12° st Crivaro), Franchini. Allenatore Andreolla.

RETI: 27° pt Madiotto e 12° st Calì entrambe su rigore.

Angoli 4 -2. Ammoniti Sirigu, Traini, Adorni per il Delta e Crivaro per il Feltre. Espulso per doppia ammonizione al 36° st Traini (D).

Arbitro Sig. De Vincentis Alessio di Taranto.

FRANCO LODI


SPOGLIATOI:

Mister Andreolla (Feltre)

“A mio avviso i due rigori assegnateci dall’arbitro erano entrambi netti. Bravi i ragazzi a controllare la partita concedendo poco o niente all’avversario. Noi andiamo avanti per la nostra strada, cercando di arrivare più in alto possibile, sarà difficile avendo ben due squadre davanti ma noi non molliamo. Ultimamente e precisamente da dicembre in poi ci siamo ben registrati e l’avvento di Arvia e Pasi ha aggiunto esperienza e capacità alla squadra. Volevo una compagine molto offensiva e ora lo è diventata ed i risultati si vedono. Questa partita contro il Delta è un gran risultato per noi, abbiamo fatto una ottima prestazione su un campo che è quasi impossibile giocarci, certamente il peggior terreno visto in questo campionato”

RICCARDO PASI (ex deltino):

Il primo rigore era netto, sul secondo non mi pronuncio, non ho ben chiara la dinamica. Ormai credo che con questo risultato abbiamo messo in cassaforte i play off, se poi si continua così vi è la possibilità di migliorare ulteriormente la nostra posizione. Per quanto riguarda la vittoria del campionato il mio favorito è l’Arzignano, squadra completa in ogni reparto. L’Adriese segna tanto ma ha un reparto difensivo piuttosto ballerino.”

MISTER ZATTARIN (Delta)

“Certamente non sono soddisfatto, la squadra non ha ripetuto la bella prova precedente, ma nel primo tempo forse meritavamo qualcosa in più. Siamo alle solite, alcune giocate non hanno avuto la giusta finalizzazione, anche se erano ben condotte. Il secondo rigore che ci ha tagliato un po’ le gambe è stata una autentica invenzione del direttore di gara che ha terminato la sua perfetta performace con l’espulsione di Traini per un normale contrasto di gioco. Vi era un rigore anche per noi, fallo su Nobile in piena area avversaria ma l’arbitro ha fatto finta di nulla. Dispiace perché si è persa una occasione per avvicinare il quinto, posto in classifica.”