PARI CON IL LEVICO. “CAVALLARI” STREGATO PER IL DELTA

DELTA PORTO TOLLE – LEVICO 1 – 1

Ancora una volta i biancazzurri non riescono a sfatare il tabù del ”Cavallari”. Parte abbastanza bene il Delta, angolo battuta da Pandiani, il cross è perfetto ma nessun deltino all’appuntamento con la palla. Gurini su un contrasto perde palla, Gautieri si invola, fermato al limite dell’area da Boccafoglia. 12° sbaglia il rinvio Acka, assist per Malagò solo davanti a Costa ma incredibilmente mette fuori, occasionissima per il vantaggio deltino. Subito Gurini in azione personale arriva dentro l’area e tira mancando di pochissimo il bersaglio. Due occasioni sprecate ed ecco che il Levico va in vantaggio, su rimessa laterale, Gautieri mette palla in area, Bertoldi in rovesciata beffa Adorni. Ci prova Malagò su punizione ma il suo tiro non mette apprensione a Costa. Ancora Delta con Sarr che recupera palla ma spreca tutto con un tiro alle stelle. 34° incursione di Nobile, steso in piena area, rigore netto, batte Malagò ed il pari è raggiunto. Sul finire del tempo Nobile al cross, testa di Sottovia e palla che sfiora l’incrocio. La ripresa inizia con un angolo battuto da Malagà, Costa esce a vuoto ma a Sottovia non riesce il contatto con la palla. Punizione per il Levico Castellan alla battuta, sfera in area che Adorni fa propria. Cominciano le sostituzioni da ambo le parti, per il Levico escono Forcinella e Gautieri entrano Pelliello ed Aquaro. Nel Delta fuori Pandiani e Turea, in campo Traini ed Anarfi. Sarr serve Sottovia, un paio di passi e gran fucilata, Costa mette in angolo. Ancora cambio Radoi per Sarr, Delta a trazione anteriore. Un tiro di Aquaro viene deviato in angolo, batte Castellan, gran confusione in area e per poco Bertoldi non realizza, provvidenziale la respinta di Sirigu sulla linea di porta.42° cross di Boron, gran capocciata di Gherardi, appena entrato al posto di Sottovia, ma palla che sfiora il palo con Costa ormai battuto. In pieno recupero Rinaldo si mangia letteralmente il gol, solo davanti ad Adorni mette fuori, tanta paura per il Delta.Un pari, mezza delusione con una unica soddisfazione aver rosicchiato un punto al Bolzano perdente con la Clodiense.

DELTA PORTO TOLLE: Adorni, Gurini, Boron, Turea (13° st Anarfi), Boccafoglia, Sirigu, Sarr (22° st Radoi), Malagò, Sottovia (39° st Gherardi), Pandiani (12° st Traini), Nobile. Allenatore Zattarin.

LEVICO: Costa, Dall’Ara, Acka (25° st Esposito, 44° st Cariello), Castellan, Pregnolato, Bagatini, Bertoldi, Gautieri (12° st Aquaro), Forcfinella (12° st Pelliello) Marku (25° st Salvaterra, Rinaldo. Allenatore Favaretto.

Reti: 18° pt Bertoldi(L), 34° pt Malagò su rigore (D)

Angoli 6 a 2. Ammoniti Sarr e Pandiani(D), Rinaldo e Bagatini(L)

ARBITRO Sig. Erman Bullari di Brescia.

LODI FRANCO


SPOGLIATOI:

Mister Favaretto

“Sono soddisfatto di come la squadra si è espressa, non era facile uscire indenni con il Porto Tolle, che a parer mio è una ottima compagine. Noi abbiamo confermato i progressi messi in mostra con il Bolzano. Il nostro traguardo è la salvezza possibilmente senza passare per i play out. Penso che il risultato sia giusto sebbene proprio nei minuti finali ci è capitata l’occasione con Rinaldo di far nostro l’incontro. Devo fare di necessità virtù in quanto, causa infortuni vari, ho la rosa ridotta al minimo situazione che da maggior responsabilità a i giocatori rimasti e che li sprona sempre a dare del proprio meglio.”

Mister Zattarin

“Ancora una volta non riusciamo a fare i tre punti tra le mura di casa. Forse non siamo stati abbastanza cattivi nell’attaccare palla ma cosa posso dire, ho provato con varie sostituzioni (un Delta senz’altro a trazione anteriore) a cambiare l’esito della partita ma così non è stato. L’unica cosa positiva è che abbiamo accorciato sul Bolzano, in ottica play off. Vedendo la classifica tutto è ancora possibile sia in testa, che nella zona play. Ora mettiamo la testa al prossimo incontro con la Clodiense, non sarà gara facile essendo i veneziani reduci da alcuni risultati positivi, ultimo dei quali la vittoria in trasferta con il Bolzano.”