Il Delta non riesce a fermare l’Adriese

DELTA PORTO TOLLE – ADRIESE 1 – 3

Novità nel Delta, Garbini in panchina assieme a Pasi, Telesi e Castellan, formazione quindi abbastanza inedita. L’avversario in gran parte con la formazione tipo, con Nobile e Florian in panca, Lauria e Aliù terminali avanzati. Si comincia e vi è subito un gol annullato a Mortaro colto in un millimetrico fuori gioco. La partita è pronta a decollare si cercano varchi per far male all’avversario. Un tiro di Rosso sfiora la traversa. Al 11° l’Adriese passa, intervento scomposto di Vecchi su Lauria, punizione dal limite dell’area, battuta dal numero dieci adriese e palla all’incrocio, anche questa volta un gol su calcio da fermo. Si fa vedere Aliù, gran diagonale e Bala si supera mettendo in angolo. Contropiede deltino, spinge Raimondi fermato fallosamente al limite dell’area, per l’arbitro si può continuare. Cabras toglie letteralmente dall’incrocio un colpo di testa di Raimondi su assist di Mortaro.Sta reagendo bene il Delta mettendo pressione al reparto difensivo granata. Ancora Mortaro in evidenza, Cabras para a terra il tiro del numero nove biancazzurro. Contropiede granata, Beltrame ha via libera in fascia, vede Aliù, lo serve e da pochi passi la mette dentro, 24° Adriese in doppio vantaggio. Percussione deltina, che guadagna un angolo, batte Malagò confusione in area granata, tiro di Episcopo palla a fil di palo. Da quello che si vede in campo il Delta non merita il passivo. Al 42° ci prova ancora Mortaro (uno dei migliori in campo) ma il suo tiro non inquadra la porta. Fallo di Vecchi su Rosso, punizione di Malagò a servire Raimondi, palla fuori. Parte la seconda frazione ed è Raimondi ad impegnare Cabras che si rifugia in angolo. 11° st percussione di Mortaro, atterrato, rigore che lo stesso batte gol e le distanze si riducono.Ora la partita è apertissima il Delta non molla e mette in sofferenza il reparto arretrato granata. I cambi si susseguono, i mister cercano forze nuove per dare una ulteriore svolta alla partita.Si arriva al 37° quando Lo Scicco da distanza siderale mette palla all’incrocio dove Bala non può arrivarci. Al 42°Pasi batte una punizione che si alza sopra la traversa. Nei quattro minuti di recupero non succede più nulla. Termina l’incontro che ha tenuto desta l’attenzione sino alla fine, biancazzurri pur perdenti hanno dimostrato carattere, vi sono ancora da limare certe disattenzioni e mettere più cattiveria agonistica, i punti d’ora in avanti devono pur arrivare.

DELTA PORTOTOLLE: Bala, Maistrello, Sarr (20° st Vitale), Vecchi, Pellielo, Cuccato, Raimondi, Episcopo (26st Abrefah), Mortaro (17° st Pasi), Malagò (42° st Castellan), Rosso (35° st Telesi). Allenatore Barella.

ADRIESE : Cabras, Mantovani, Vecchi L (11° st Tagliapietra), Meneghello, Pagan (30° pt Busetto) Boscolo D ( 11° st Alfano), Beltrame (38° st Floarian), Lo Scicco, Aliù, Lauria, Novembre (21° st Nobile). Allenatore Tiozzo.

Reti: 11° pt Lauria (A), 24° pt Aliu’(A),11° st Mortaro (Delta su Rigore) 37° st Lo Scicco (A).

Ammoniti : Vecchi A, Rosso Pellielo, Sarr (D) – Boscolo e Tagliatietra (A)

Angoli 4 a 7.

Arbitro Sig. Castellone Domenico di Napoli.

LODI FRANCO

SPOGLIATOI:

Presidente Adriese:

Vittoria meritata, la giusta spinta per dare una svolta al nostro campionato. Abbiamo grosse individualità che spesso riescono a cambiare improvvisamente l’esito della partita. La prova del nove l’abbiamo superata ora sta a noi continuare su questa strada.”

Mister Tiozzo:

Il Delta è e sarà sempre un avversario duro, nel primo tempo, nonostante il nostro vantaggio ci ha dato filo da torcere. Nella ripresa, dopo il loro rigore pensavo ad una reazione maggiore da parte loro ma noi siamo stati bravi a gestire l’incontro e per questo mi sento il dovere di elogiare tutti i miei. Sono stati bravi a colpire quando i deltini hanno un po’ rallentato. Il campionato è difficile pertanto sarà una continua lotta per arrivare a quello che ci siamo prefissi, direi che siamo sul cammino giusto.”

Mister Barella:

“La partita l’avete vista tutti, il passivo da quello che il campo ha prodotto non è veritiero. Nel primo tempo abbiamo sprecato alcune favorevoli situazioni e solo la prodezza di Lauria ci ha penalizzato. Il secondo gol nasce da una grossa nostra disattenzione. Nella ripresa abbiamo cercato la reazione e dopo il rigore a nostro favore, pensavo di recuperare l’incontro. Alla fine ci sono mancate le forze e non abbiamo insistito come si doveva. Ancora un paio di errori e siamo stati castigati. Continueremo a lavorare sodo, per uscire da questa anomala situazione.”

Malagò Matteo (Delta):

“Direi che il risultato ci ha penalizzato più del previsto. Abbiamo cercato di giocare e di occasioni ne abbiamo create anche quando eravamo in riserva di energie. Peccato perché avevamo preparato la partita nel migliore dei modi. A certe situazioni bisogna metter una attenzione superiore ad evitare anche il più piccolo errore e costringerci sempre rincorrere.”

FRANCO LODI