Il Delta Porto Tolle non fa sconti, Caldiero asfaltato!

DELTA PORTO TOLLE – CALDIERO TERME 2 – 0

Inizio partita molto guardingo per entrambe le contendenti. Il Caldiero guadagna un calcio d’angolo che non porta a nessun risultato. Percussione di Raimondi che al momento del tiro si allunga un po’ troppo la palla e sfuma il tutto.

In questa fase della partita ospiti che hanno più possesso di palla, Delta sulla difensiva con prove di contropiede. Angolo per il Delta, batte Pasi svetta Anderloni e fa sua la sfera. Poche per non dire nulle sino ad ora le conclusioni a rete sia da una parte che dall’altra. 22° ci prova Raimondi dal limite dell’area, gran sberla e palla che passa vicinissima al palo. 31° su angolo per gli ospiti battuto da Viviani gran confusione in area deltina, Zerbato sbuccia la palla e per il Delta pericolo scampato. Sta alzando il baricentro il Caldiero ed i biancazzurri sono costretti sulla difensiva. Occorre cambiare registro e provare a mettere in difficoltà il reparto difensivo ospite con veloci azioni di contropiede. Pasi si libera del proprio controllore calibra il area dove Rosso al volo alza di poco sulla traversa. 41° gol mangiato dal Delta con Raimondi che si viene a trovare solo davanti ad Anderoni, non tira e spreca l’ottima occasione. Ancora Delta, Episcopo a Raimondi che da posizione un po’ defilata cerca l’angolino, palla esterno della rete. Sembra essersi svegliato il Delta e Caldiero in sofferenza. Termina il primo tempo dove il Delta, proprio nel finale, ha prodotto più dell’avversario.

Si riprende, esce Raimondi acciaccato gli subentra Mortaro. Angolo per il Delta Pasi alla battuta nulla di fatto. Ancora Pasi sugli scudi, fa fuori Bashirotto, entra in area ma è messo giù da Feliciotto, l’arbitro non ha dubbi, è rigore che Pasi realizza. Siamo al 7° della ripresa, Delta in vantaggio. Il Caldiero si sente punto e cerca di riorganizzarsi raddoppiando le proprie energie alla ricerca del pari, ma il Delta risponde con grande determinazione. Mister Soave inserisce Santi al posto di Negri, Caldiero a trazione anteriore. 23° punizione per i veronesi calcia Viviani palla di poco a lato Mister Barella procede alla prima sostituzione, fuori Pasi entra Abrefah. 36° fallaccio su Rosso, punizione dal limite per il Delta, si incarica della battuta Mortaro, gran missile e palla all’incrocio dove Anderloni non può arrivarci, il doppio vantaggio premia giustamente la prestazione deltina. Prova un areazione il Caldiero, Zerbato servito da Ferretti, entra in area, gran diagonale con palla che sfiora il palo alla sinistra della porta difesa da Bala. Sei i minuti di recupero nei quali il Delta non concede nulla. Vittoria ampiamente meritata, il Caldiero forse non si aspettava un Delta così propositivo e determinato.

 

Delta Porto Tolle: Bala, Gemini (39°st Maistrello), Sarr, Mboup, Pellielo, Garbini, Pasi (27° st Abrefah e 40° st Castellan), Episcopo, Rosso (50° st Corti), Malagò, Raimondi (1° st Mortaro). Allenatore Barella

Caldiero Terme: Anderloni, Baschirotto (28° st Paiolo), Baldan, Filiciotto, Colman Castro, Dall’Ara, Zerbato (38° st Vanzetta), Negri (13° st Santi), Ferretti (37° st Brunazzi), Viviani, Laperini (13° st Martone). Allenatore Soave.

Reti: st 7° Pasi(r) – 36° Mortaro .

Angoli 4-2

Arbitro Sig. Carlo Virgilio di Agrigento.

FRANCO LODI


Sala Stampa

Mister Barella

“Devo dire bravi ai ragazzi che nonostante acciacchi evidenti hanno voluto esserci e dare il loro prezioso contributo a questa ottima prestazione condita finalmente dalla vittoria. Sono andati in campo stringendo i denti. L’avversario lo avevamo studiato bene e credo che nessuno possa mettere in dubbio che la nostra vittoria è più che meritata. Adesso ci conteremo e vedremo se sarà possibile recuperare per mercoledì qualche infortunato ci attende un incontro tutt’altro che facile. Certamente con questa prestazione, ed il risultato positivo ci dà forza e convinzione nei nostri mezzi, ce la giochiamo con tutti senza riserve mentali, certi delle nostre capacità. Siamo in evidente crescita ed i risultati stanno arrivando.”

FRANCO LODI