DELTA INCOLORE E RINUNCIATARIO SOCCOMBE AL MESTRE

DELTA PORTO TOLLE – MESTRE 1 – 3

Incontro molto ma molto importante per le sorti deltine, può decidere quale sarà il cammino della squadra, un campionato di sofferenza oppure un cammino con buone prospettive. Si inizia ed il Delta passa subito in vantaggio.

L’azione inizia da Sarr, passaggio a Pasi che pesca Rosso in mezzo all’area, piattone che fora la rete mestrina. L’avversario non ci sta e prova a mettere pressione ai deltini che in questa fase sono molto attenti e riescono a stoppare le iniziative dei veneziani. Mestre che continua il suo pressing 23° gran tiro di Poletto respinge alla grande Bala. Sta crescendo l’avversario ed il Delta soffre. Contropiede deltino Rosso si disimpegna bene, imbucata per Pasi che per un soffio non aggancia. 31°gran staffilata di Bigoni da lunga distanza, palla che passa non molto lontano dal palo. Ottima azione dei padroni di casa, Pasi in evidenza passaggio ad Episcopo, finta su un paio di avversari e gran sberla che viene intercettata da Gritti che evita il pericolo. 44° Percussione del Mestre, Bigoni mette in mezzo, respinge corto la difesa palla che arriva a Poletto che appena dentro l’area spara un tiro che trafigge Bala.

Finisce il primo tempo , di una piacevole gara che vede le due compagini in perfetta parità. Si riprende ed è Episcopo a servire Pasi anticipato da Rosteghin con una coraggiosa uscita. Mestre che continua il suo pressing mentre il Delta piano piano sembra scomparire, se non si riprende la partita in mano prima o dopo si va sotto. Punizione per il Mestre, batte Fabiano respinge la difesa. Si intrecciano i cambi ma per il Delta la musica non cambia. Delta in sofferenza, molle sulle gambe e privo di idee, l’avversario se ne è accorto ed al 31°passa in vantaggio con un euro gol di De Polo, fiondata da circa venti metri e palla a fil di palo, nulla da fare per Bala. 35° ancora Mestre con Rivi e Bala si supera. Il vantaggio mestrino alla luce del secondo tempo ci sta tutto. Delta inesistente. Cinque minuti di recupero che i veneziani sfruttano al meglio con un’altra rete di Dall’Andrea chiudendo i conti. Difficile assolvere il Delta per quanto si è visto nella seconda frazione, determinazione zero, fisicamente inesistente.

DELTA PORTO TOLLE: Bala, Corti (1° st Telesi), Mbuop, Pellielo (22° st Vitale), Garbini, Cuccato (30°st Mortaro), Pasi, Episcopo, Rosso, Malagò, Sarr (38° st Anarfi). Allenatore Barella.

MESTRE: Rosteghin, Martimbianco (20° st De Polo), Fido, Poletto, Gritti, Severgnini, Granati (30° st Caccin), Chin (38° st Dall’Andrea), Rivi (48° st Giusti), Bigoni (8° st Fabiano), Corteggiano. Allenatore Galante.

RETI: 3° pt Rosso (D), 44° pt Poletto (M), 31° st De Polo (M), 49° st Dell’Andrea (M).

Angoli 4 – 6 Ammoniti: Corti, Sarr e Mboup per il Delta.

 


SALA STAMPA:

MISTER GALANTE (MESTRE):

Era il nostro obbiettivo e l’abbiamo centrato con merito. Dopo un primo tempo praticamente alla pari, con un buon gioco da entrambe le squadre che probabilmente ha soddisfatto il pubblico presente. Nella seconda frazione è uscita la mia squadra, abbiamo aumentato il ritmo ed il Delta è andato in difficoltà lasciando, per tutta la ripresa, il gioco in mano nostra. Ultimamente stiamo facendo bene, abbiamo abbandonato certe leziosità per dare maggior concretezza alla nostra manovra. Siamo il Mestre, squadra abbastanza blasonata e tutti ci aspettano per farci lo sgambetto. Oramai ci siamo abituati e siamo pronti ad affrontare qualsiasi avversario con lo spirito giusto che vuol dire vincente”

FRANCO LODI