IL DELTA ADDOMESTICA LA LUPARENSE

DELTA PORTO TOLLE – LUPARENSE 1 – 0

Bene il Delta nel primo incontro del girone di ritorno. Vittoria contro una squadra, ottima come la Luparense e tale risultato porta sicuramente la consapevolezza che la squadra deltina può battersi alla pari con ogni avversario. Parte bene la Luparense, baricentro molto alto, pressing alla ricerca del varco giusto per far male ai deltini. E’ il Delta però per portarsi in vantaggio ad avere la prima occasione 11° Rosso in pressione su Beccaro che svirgola, Burigana esce dalla sua porta a caccia della palla che perviene a Vita, porta sguarnita ma l’attaccante manda alto sulla traversa. Punizione a due in piena area deltina batte Salviato, Sarr respinge. Primi venti minuti sono trascorsi con la Luparense più manovriera ma poco incisiva anche per l’ottima prestazione difensiva deltina. 32° Delta in vantaggio, Malagò si disimpegna ottimamente al limite dell’area, quindi fa partire un calibrato cross, spunta la testa di Episcopo e Burigana è battuto. Insiste il Delta, tiro di Pellielo, parata di Burigana che manda la sfera ad incocciare l’incrocio, poteva essere il doppio vantaggio. 40° super paratona di Bala su tiro ravvicinato di Venitucci. La prima frazione se ne è andata con il Delta che dopo un inizio tentennante ha preso coscienza dei propri mezzi proponendosi più di una volta in fase di attacco. Si riprende 7° punizione per atterramento di Rosso al limite dell’area, batte Raimondi, respinge la barriera. 19° tiro di Camara, appena entrato e palla che fa la barba al palo. Luparense che sta tentando il forcing, non ci sta ad essere sotto ma è Vita che ha la palla del raddoppio, gran tiro che sfiora il palo. Camara al cross, metrte una gran palla in area deltina ma nessun compagno coglie l’invito. I cambi si susseguono, i due mister cercano forze nuove, l’uno per riequilibrare l’incontro l’altro per portare a buon fine il risultato acquisito. Occasionissima per gli ospiti, Gashi batte una punizione, deviazione di Bedin che trova Pittarello libero, l’attaccante manca il tap-in che poteva valere il pari. Cinque minuti di recupero nei quali il Delta controlla le iniziative avversarie non concedendo niente. Il fischio finale sancisce la meritata vittoria dei deltini

DELTA PORTO TOLLE : Bala, Gemini, Sarr, Busetto, Mboup (25° st Vecchi), Cuccato, Pellielo (41° st Telesi), Malagò (46 °st Castellan), Rosso, Vita (39° st Abrefah), Episcopo (45°pt Raimondi). Allenatore Pagan.

LUPARENSE: Burigana, Della Vedova (45° st Calone), Seno, Trento (18° st Camara), Beccaro, Salviato (44° st Busertto), Sadek (18° st Scapin), Bedin, Pittarello, Venitucci (33° st Gashi), Moras. Allenatore Cunico.

Reti: 32° pt Episcopo (D)

Angoli 5 -2 . Amminiti Bala, Gemini, Mboup, Malagò e Raimondi (D) Bedin( L).

Arbitro Sig. Nicolò Rodigari di Bergamo.


SALA STAMPA

Mister Cunico (Luparense):

“Siamo partiti molto bene, eravamo in palla ma il gol subito ha un po’ frenato le nostre intenzioni, poi ci siamo ripresi e potevamo anche pareggiarla la partita. Mi aspettavo comunque un atteggiamento diverso dalla mia squadra, volevo più cattiveria agonistica il che è mancata. Nella seconda parte dell’incontro abbiamo cercato di riprenderci la partita ma è mancata l’intensità occorrente per ribaltare il risultato.Un accenno alle condizioni in cui si è giocato, un vento forte ed un terreno di gioco non buono non ci ha permesso di sviluppare il gioco che siamo in grado di fare. Bene Camara per i minuti che ha giocato, sarà determinante nel corso del girone, bene pure Moras soprattutto nel primo tempo. La squadra è viva e credo che le possibilità di arrivare ai posti che contano rimangano intatte, le qualità per far bene le abbiamo.”

Mister Pagan(Delta):

“Ci voleva questa vittoria, peraltro contro una ottima compagine. L’atteggiamento messo in campo dalla squadra è stato quello giusto per poter aver ragione dell’avversario. La Luparense, così come noi, pecca di continuità e pertanto soggetta a risultati altalenanti. In questa partita ho visto da parte dei miei tanta determinazione e voglia di risultato. A dire il vero non abbiamo fatto una grossa prestazione dal lato dello spettacolo ma la squadra è stata molto compatta e anche nel momento della loro maggior spinta non ci siamo persi, si è sofferto un po’ di più ma siamo riusciti a spegnere le velleità del nostro avversario, specialmente sul finire della partita. Quindi un plauso a tutti i miei ragazzi per come hanno affrontato l’incontro, cuore e sacrificio sono stati premiati.”

FRANCO LODI